Confindustria Taranto, da sempre impegnata nella realizzazione di azioni per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale locale, ha recentemente avviato una serie di interlocuzioni con importanti investitori italiani in ambito di decommissioning navale ed aeronautico.

A fronte della presenza di infrastrutture quali arsenale, porto ed aeroporto, di una posizione baricentrica rispetto al mercato e di imprese altamente specializzate operanti nella filiera della metalmeccanica, delle bonifiche e dei settori connessi, il nostro territorio presenta tutte le caratteristiche necessarie a candidarsi ad accogliere questo importante investimento: lo smantellamento di velivoli e imbarcazioni in campo civile e militare, può pertanto rappresentare un’importante occasione di riposizionamento competitivo industriale e di rilancio della nostra economia in linea con i principi ispiratori della “Green Economy”.

Poste tali premesse, Confindustria Taranto – in collaborazione con investitori italiani interessati a sviluppare questo business – ha tenuto lo scorso 14 giugno nella Sala Resta della Camera di Commercio di Taranto, un workshop sul tema “Decommissioning aero- navale- Nuove opportunità per il territorio jonico”.

Al workshop hanno preso parte Silvio Rossignoli, Presidente Arescosmo Spa;  Eduardo Serra, Ammiraglio Comandante del Comando Marittimo Sud della Marina Militare; Giuseppe Acierno, Presidente DTA - Distretto Tecnologico Aerospaziale Scarl ; Giancarlo Anselmino, Direttore Generale Agenzia Industrie Difesa; Alessandro Maria Perillo, General Manager Sekur Service International Srl; Antonio Felice Uricchio, Rettore Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”; Angelo Tursi, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”; Pierpaolo Pontrandolfo, del Politecnico di Bari.

Di seguito gli atti del convegno

Anselmino-Presentazione

Perillo Presentazione Cluster

Perillo Presentazione

Pontrandolfo Presentazione