Dopo aver salutato il Gruppo dei Giovani Imprenditori, di cui era vicepresidente, Beatrice Lucarella è stata designata alla presidenza della Sezione Alimentari, del Turismo e della Cultura.

Del consiglio direttivo faranno parte Cosimo Varvaglione, presidente uscente (Feudi Salentini s.r.l.); Alina Taru (Heineken Italia s.r.l.); Antonio Cassalia (Mediterraneo s.r.l.); Fabio Montefrancesco (Caffè Ninfole s.p.a.); Luigi de Francesco (Globalapulia s.r.l.); Paolo Ruta (Associazione onlus Amici della Musica "Arcangelo Speranza"); Sebastiano Giovanni Caffo (Borsci San Marzano s.r.l.); Vincenzo Fanelli (Clean Industrial Service s.r.l.). Rappresentante nel Comitato della Piccola Industria è stato designato Stefano Ignazzi (Hotel Villa Giusy s.r.l.)
Dopo aver ringraziato il suo predecessore per il lavoro svolto, la neo presidente ha tracciato uno scenario di sintesi della situazione in cui versa il settore. Quindi, ha ribadito di voler puntare su tre asset fondamentali:
Export, riconoscibilità e qualità di prodotto. "È opportuno – ha aggiunto - creare immediatamente dei link con buyer esteri al fine di favorire l'internazionalizzazione delle imprese e, conseguentemente, rafforzare il loro posizionamento sui mercati esteri. Uno dei primissimi passi che muoveremo – ha detto Lucarella - sarà quella di creare un link diretto tra la Confindustria Bruxelles, gli assessorati di riferimento della Regione Puglia e gli enti locali. Agroalimentare, turismo e cultura sono settori strategici per lo sviluppo di un territorio ricco di potenzialità ancora inespresse. Settori – ha concluso - su cui lavorare, anche in chiave "4.0", per rendere competitive le nostre aziende e quindi posizionare centralmente il nostro territorio nel panorama internazionale".