Si comunica che la Commissione Europea ha ufficialmente presentato i dettagli dell’azione pilota Fast Track to Innovation (FTI) e cinque nuovi premi per l'innovazione nell'ambito di Horizon 2020, il programma di ricerca e innovazione dell'Unione europea.

 

Gli attuali sforzi dell’UE sono improntati alla rivitalizzazione dell'economia europea e al sostegno della crescita e dell’occupazione.

In questo contesto, il bando Fast Track to Innovation e i premi istituiti offrono ad imprese e organizzazioni l'impulso necessario per introdurre sul mercato idee innovative, in tutti i settori tecnologici o applicativi.

Il bando prevede uno stanziamento finanziario di 100 milioni di euro, rivolto a consorzi di piccola dimensione composti da 3 a 5 soggetti provenienti da Stati UE o da paesi associati ad Horizon 2020.

Le proposte potranno essere presentate a partire da gennaio 2015.

I cinque nuovi premi, del valore complessivo di 6 milioni di euro, saranno lanciati tra la fine del 2014 e l'inizio del 2015 e riguarderanno tre diverse aree tematiche di ricerca:

  1. Salute;
  2. Ambiente;
  3. ITC.

Per quanto attiene la tematica “salute”, sono previsti due premi per progetti in:

A)  “Reduction of Use Af Antibiotics Prize":

Stanziamento 1 milione di euro  milione, apertura del concorso inizio di 2015 termine estate 2016;

B) "Food-Scanner Prize":

Stanziamento 1 milione di euro  milione, apertura del concorso inizio di 2015 termine fine 2015.

 

Per quanto attiene la tematica “Ambiente”, è previsto l’assegnazione del premio per il seguente progetto:

A) "Reduction of Air Pollution Prize":

Stanziamento 3 milioni di euro milioni, apertura del concorso inizio di 2015 termine fine 2018.

 

Per quanto attiene la tematica “ICT”, è previsto l’assegnazione dei premi per i seguenti progetti:

A) "Collaborative Sharing of Spectrum":

Stanziamento 0,5 milioni di euro, apertura del concorso inizio di 2015 termine fine 2015;

B) "Optical Transmission Prize":

Stanziamento 0,5 milioni di euro, apertura del concorso fine 2014 termine fine 2015.

 

Per un approfondimento, si trasmette in allegato il documento informativo predisposto dalla Commissione europea.

 

Vive cordialità

Documento Informativo Commissione Europea