Si comunica che, a partire da ore 12.00 di oggi, lunedì 16 febbraio, è possibile presentare le domande per l’avvio ed il sostegno di start-up innovative, a valere sul programma Smart&Start, misura del Ministero dello Sviluppo economico, gestito da Invitalia, attraverso la procedura informatica messa a disposizione sul sito internet  www.smartstart.invitalia.it

 

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  1. le start-up innovative di piccola dimensione costituite da non più di 48 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione ed iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese di cui all’art. 25, comma 8 del decreto legge 179/2012.
  2. le persone fisiche che intendono costituire una start up innovativa; la stessa dovrà essere formalmente costituita entro e non oltre 60 giorni dalla data della comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

Il nuovo intervento prevede l’agevolazione di programmi d’investimento e costi d’esercizio realizzati e sostenuti nell’ambito di piani d’impresa:

  • caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o
  • mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell'economia digitale, e/o
  • finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.

I piani di impresa Smart&Start devono avere una dotazione complessiva massima di  € 1.500.000,00 e non inferiore a € 100.000,00.

A sostegno dei programmi di investimento, la misura Smart&Start prevede:

  1. un finanziamento agevolato a tasso zero per un importo pari al 70% delle spese ammissibili (sia al programma di investimento che ai costi di gestione);
  2. attività di tutoraggio[1] per le start up costituite da meno di 12 mesi.

In caso di start up innovative localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia e zone del cratere sismico aquilano, il finanziamento agevolato deve essere restituito nella misura dell’80%.

La quota non restituita è considerata con un’agevolazione in esenzione.

Per eventuali ed ulteriori informazioni, contattare i seguenti uffici:

Dr.ssa Ramona Mellone tel. 099/7345313, email: mellone@confindustria.ta.it

Dr.ssa Giusj Parascandolo tel 099/7345302 email:parascandolo@confindustria.ta.it


[1] Il valore del servizio di tutoraggio è pari a:

  • € 15.000 per le imprese localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia e zone del cratere sismico aquilano,
  • € 7.500 per le imprese localizzate nelle altre regioni del territorio nazionale.