Si comunica che dal prossimo 09 giugno entrerà in vigore il nuovo Regolamento europeo sui gas fluorurati a effetto serra che abroga il Regolamento (CE) n. 842/2006.

Gli effetti ad ogni modo non saranno immediati, poiché le disposizioni si applicheranno dal 1° gennaio 2015.

Il Regolamento 517/2014/UE che, di fatto, non stravolge l’architettura del quadro già vigente, mira ad estendere la norma ad apparecchiature che utilizzano quantità considerevoli di gas fluorurati e ampliare i casi di tenuta del registro, ma anche a responsabilizzare i produttori.

In particolare il nuovo regolamento prevede:

  1. disposizioni in tema di contenimento, uso, recupero e distruzione dei gas fluorurati a effetto serra e di  provvedimenti accessori connessi;
  2. condizioni per l’immissione in commercio di prodotti e apparecchiature specifici che contengono o il cui  funzionamento dipende da gas fluorurati a effetto serra;
  3. condizioni per particolari usi di gas fluorurati a effetto serra;
  4. limiti quantitativi per l’immissione in commercio di idrofluorocarburi.

Per quanto concerne l’obbligo di controllo delle perdite, il nuovo regolamento, rispetto al precedente, prevede che gli operatori di apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra sono chiamati a verificare che la perdita “accidentale” non sia superiore a 5 tonnellate di CO2.

Cambia il parametro di riferimento, che, non sarà più la quantità di f-gas contenuta a essere considerata, ma l’impatto ambientale misurato come tonnellate di CO2 equivalente: ovvero dal prodotto del GWP (global warming potential) del f-gas considerato per il quantitativo in tonnellate contenute nel circuito.

Le tempistiche di controllo saranno:

  1. tra le 5 e 50 tonnellate di CO2 equivalente almeno una volta ogni 12 mesi;
  2. tra le 50 e 500 tonnellate di CO2 equivalente almeno una volta ogni sei mesi;
  3. sopra le almeno 500 tonnellate di CO2 equivalente ogni tre mesi.

Ci sarà però la possibilità per le apparecchiature contenenti meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le apparecchiature ermeticamente sigillate contenenti meno di 6 kg di gas, di derogare ai controlli delle perdite fino al 31 dicembre 2016.

Aspetto innovativo introdotto dal regolamento è, invece, il divieto di immissione in commercio di prodotti e apparecchiature.

I gas fluorurati a effetto serra saranno, infatti, esclusivamente venduti a e acquistati da imprese in possesso dei certificati o degli attestati o da imprese che impiegano persone in possesso di un certificato o di un attestato di formazione, senza impedire alle imprese non certificate che non svolgono le attività di installazione, di raccogliere, trasportare o consegnare gas fluorurati a effetto serra.

Per maggiori dettagli si allega alla presente copia del Regolamento 517/2014/UE.